martedì 30 dicembre 2014

Un cuore verde e blu







Nel mio laboratorio ci sono filati di ogni genere e di ogni colore, in ogni angoletto, in ogni cassetto, in ogni busta...e la cosa si estende anche a casa perché non si sa mai quando ti viene un'idea..., però ci sono filati a cui sono particolarmente affezionata come questi di AquiLana.
Un filato vale l'altro, direte voi!!! Non credo proprio...questo parla di montagne, di greggi, di profumo di fieno e piogge e neve d'inverno e lavoro, tanto lavoro e passione, tantissima passione!!!
La scorsa estate avevo questi gomitoli che mi imploravano di essere usati stufi di stare rinchiusi dentro una scatola, ma io tergiversavo perché volevo utilizzarli in maniera "originale". Un giorno uggioso ho deciso di tirarli fuori e ho incominciato a intrecciarli con le dita, così, come fanno i bambini, per gioco, senza necessariamente dargli un uso.... in men che non si dica ecco come lo avevo trasformato!!!  

...bello vero????? Un gomitolone di lana tubolare...l'idea è stata immediata: sferruzzarlo  con... le braccia :)
Già, proprio così, ho utilizzato le mie braccia come fossero ferri e voilà.....



ne è venuto fuori un poncho.........
In un post di qualche tempo fa vi ho raccontato di un mio week end a Milano (se volete rileggerlo: http://icampidimais.blogspot.it/2014/11/il-mio-regalo-di-natale-in-anticipo.html ), è successo di nuovo!!!!! Nella rivista di gennaio delle Idee di Susanna troverete il mio poncho presentato in questa maniera.....


..... "deco glam".....



...e siccome mi era avanzato del filato ancora l'ho completato con una borsa e uno scaldacollo (questa volta lavorati con i ferri... ma anche no!!!)


La borsa l'ho foderata con una flanella di lana scozzese blu e verde (i miei colori preferiti)




lo scaldacollo l'ho chiuso con un bottone di legno a forma di cuore...

  





Ancora non riesco a credere che mi sia capitata una cosa così bella...mi auguro con tutto il (mio) cuore che possa essere di buon auspicio per il mio lavoro perché ho moltissime idee ancora da realizzare e moltissimo filo da utilizzare!!!!!! :)
Se vi capita di realizzare un mio modello sarei contentissima vederlo pubblicato tra i commenti oppure nella pagina facebook "I campi di mais"   https://www.facebook.com/groups/334410299983799/










lunedì 29 dicembre 2014

Ferri e fuoco (...e magari una tisana bollente!!)




E' più forte di me, quando l'aria diventa gelida e ho il fuoco acceso in casa, proprio non posso stare con le mani in mano....
L'inverno quest'anno si è fatto desiderare, ma ora eccolo qui, tutto in tiro, pronto per le feste!!!!!


Intanto mi preparo una tisana bollente: tra la mia collezione di tisaniere ho ricacciato quella a forma di pupazzo di neve che fa proprio pendant con il tempo meteorologico che vedo da dietro i vetri e poi l'ho riempita con  l'infuso ai frutti di bosco acquistato nella mia ultima vacanza a Livigno e, dopo essermi riempita anche la mente di emozioni, ho iniziato a sferruzzare... 


Per questo progetto ho utilizzato un filato 100% lana pettinata di un caldo colore marrone-cioccolato fondente e un filato lurex rosa antico e li ho intrecciati con un bel paio di ferroni numero 12...



...e ferro dopo ferro, mentre la mia mente vagava verso altri progetti, è venuto fuori un avvolgente backtus 


Intrecciare alla lana il lurex mi ha divertito, è un gioco di elementi che mi sono ripromessa di approfondire per il prossimo anno.....


Se avete voglia di misurarlo  per poterlo indossare, magari, nei prossimi festeggiamenti di fine anno, lo troverete nel mio laboratorio; per il momento vi fa capolino tra i rami del mio alberello di Natale.


Buona ultima settimana dell'anno a tutti!!!
:)



martedì 23 dicembre 2014

Il Natale dei bambini






In questi giorni siamo circondati da notizie terribili che riguardano i bambini...loro che dovrebbero essere i protagonisti assoluti del Natale nel senso più gioioso della parola, sono, invece, quelli che soffrono di più. 
Quest'anno voglio pensare al Natale con una poesia di Renzo Pezzani: un grande poeta con un cuore bambino che con poche parole sapeva esprimere un grande pensiero!!!
Quest'anno voglio riprendermi un Natale di altri tempi pieno di calore umano e solidarietà.

Un Presepe da niente
Io ho in mente
un presepe da niente.
Un Bambino Gesù,
un Bambino soltanto,
posato nella culla
da tante manine
dei bimbi del mondo.
Io ho in mente
un presepe da niente.
E' Gesù che viene
tra tanti bambini
che si vogliono bene.
E' nato Gesù.

Buon Natale a tutti








giovedì 4 dicembre 2014

Il vestito buono della festa (tutorial copri bottiglia uncinetto)




     Un modo simpatico e vagamente retrò per regalare una bottiglia di vino potrebbe essere quello di....rivestirla di lana e, quando il vino sarà finito, la bottiglia così abbigliata potrebbe diventare un originale vaso mono fiore...o una base per una lampada...., o tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce.
        Se volete prendere spunto dal mio copri bottiglia, ecco quello di cui avete bisogno:
- 50 gr di lana (io ho utilizzato filato Gran Sasso 100% lana);
- uncinetto n. 5
- una bottiglia di vino (io ho acquistato vino rosso, riserva speciale, Vigna di More)

        Iniziare il lavoro dal fondo avviando 3 catenelle e chiuderle a cerchio con un punto bassissimo
- 1° giro: eseguire 8 punti bassi nel cerchietto appena formato;
- 2° giro: eseguire 2 punti bassi ogni punto basso del giro precedente;
- 3° giro: eseguire 1 punto basso ogni punto basso del giro precedente;
- 4° giro: eseguire un punto basso nel punto basso del giro precedente e 2 punti bassi nel successivo, ripetere fino alla fine del giro;
- 5° giro: eseguire 1 punto basso ogni punto basso del giro precedente;
- ripetere il 5° giro fino a raggiungere la misura del diametro del fondo della bottiglia;
- raggiunta la misura lavorare un giro di punto basso prendendo solamente la catenella esterna così da dare "profondità" al cerchio, quindi eseguire un giro di punti alti.
- Continuare a lavorare un punto alto puntando l'uncinetto attraverso l'asticella del punto alto del giro precedente una volta da davanti verso dietro e una volta da dietro verso davanti; la lavorazione che si presenterà sarà un punto coste (molto simile alle coste inglesi dei ferri); continuare la lavorazione a coste facendole coincidere con quelle del giro precedente.
         Quando avrete raggiunto la misura della lunghezza della bottiglia, per dare la forma di un fiore alla chiusura del lavoro, eseguire un giro lavorando 3 punti alti ogni punto alto del giro precedente, e, il giro successivo, 4 punti alti ogni punto alto del giro precedente; chiudere con un giro di punto gambero.
           Con la restante lana eseguire un cordoncino e farlo passare a punti alterni nell'ultimo giro di punti alti prima degli aumenti; rivestire la bottiglia, tirare il laccio e chiudere con un fiocco, a piacere applicare una decorazione natalizia (la mia è di vetro a forma di candelina)


     Come sempre buon divertimento e, se avete voglia, pubblicate le foto del vostro lavoro finito, mi farete felice!!!!
Cheers :)
       



Mugcake. Sognando Amsterdam

Pomeriggio intenso di lavoro di un inizio settimana tutto da programmare. Parole, immagini, progetti, schemi...e all'improv...